web analytics

Verso Lecce-Cosenza, Corini: “Oppurtunità per invertire il trend casalingo. Vorrei ringraziare i tifosi che sono passati a trovarci”

LECCE – Alla vigilia del mach interno con il Cosenza, il tecnico del Lecce  Eugenio Corini in conferenza ha parlato così del momento dei suoi:

“Il rendimento casalingo  ci penalizza, ma quello che emerge è che contro il Cosenza abbiamo un’opportunità per invertire il trend. Vorrei ringraziare i tifosi che sono passati ieri a trovarci, è qualcosa che fa bene anche al morale dei ragazzi. La trasferta di Cremona ha avuto un’importanza straordinaria, ora dobbiamo però dare continuità alla vittoria dello Zini. Fino a questo momento c’è mancato qualche guizzo ed è su questo che stiamo lavorando. Fino a quando potremo lotteremo per la promozione diretta”.

Sulla probabile formazione: “Rodriguez non viene da un percorso lineare in una questa settimana. Non ci sono problemi, lo abbiamo fatto rigenerare dopo il carico di lavoro. In attacco c’è  anche Yalcin che sta migliorando la sua condizione. Gallo? Sta lavorando dall’inizio dell’anno molto bene. A Cremona ha fatto la sua partita ed è un giocatore che tengo in grande considerazione anche per domani, così come Maselli. Ho giovani di grande qualità che mi permettono di alzare l’intensità degli allenamenti. Mancosu è disponibile per giocare, ha lavorato bene in settimana”.

Sul Cosenza: “Sono pericolosi e attaccano bene la profondità, con giocatori come Tremolada e Carretta. Hanno idee e organizzazione, il campionato fino a questo momento ci dice che ha perso poco e ha sempre recuperato i risultati. Abbiamo preparato la gara con il loro 3-4-1-2, ma se dovessero cambiare modulo cambierebbe veramente poco”.

Spazio quindi ai convocati, nella cui lista non figurano gli indisponibili Adjapong, Calderoni, Dermaku, Listkowski e Tachtsidis. Sono stati impegnati con la Primavera Borbei, Felici e Monterisi, con quest’ultimo che si aggregherà comunque alla prima squadra.

Start typing and press Enter to search