web analytics

Un cittadino in difficoltà soccorso, un altro denunciato dopo aver eluso l’alt della pattuglia

LECCE – Vagava per strada chiedendo aiuto ai passanti, evidentemente in preda a un momento di difficoltà.

Un algerino di 28 anni, residente a Galatone ma, di fatto, domiciliato a Nardò, stava vivendo un momento difficile ieri sera, intorno alle 19.15.

Così la centrale operativa dei carabinieri ha richiesto l’intervento di una pattuglia della compagnia di Campi Salentina per acclarare cosa stesse accadendo.

L’uomo era stato dimesso dall’ospedale di Copertino ma doveva tornare a casa, a piedi. È stato dunque chiesto dai militari l’ausilio del personale della Croce Rossa, sede di Leverano.

L’algerino, che ha ammesso di essere a digiuno ed anche per quello, probabilmente, è apparso smarrito, è stato rifocillato con l’aiuto di tutti ed ha poi potuto, pertanto, fare rientro al suo domicilio, accompagnato. Una storia di Natale a lieto fine, dunque, la sua.

A Galatone, invece, la scorsa notte, un cittadino 27enne residente sul posto ma originario del Marocco, è stato denunciato dai militari dell’Aliquota radiomobile della Compagnia di Gallipoli in quanto, a bordo della sua Fiat Punto, nel tentativo di eludere l’alt e il controllo della pattuglia, avrebbe perso il controllo del mezzo a causa, pare, della forte velocità.

Questo avrebbe provocato l’urto contro il basamento stradale e il danneggiamento di altri veicoli parcheggiati.

Oltre alla violazione dell’obbligo di fermarsi, l’uomo avrebbe anche rifiutato di sottoporsi ai test tossicologici  e alcolemici.

L’uomo è stato, inoltre, sanzionato , unitamente al passeggero, un cittadino 37enne pure lui originario del Marocco ma residente a Galatina, per non aver ottemperato all’obbligo di rimanere in casa per il coprifuoco che dura, come previsto dai vigenti dpcm, dalle 22 alle 5.

Start typing and press Enter to search