web analytics

Un altro importante finanziamento ottenuto dall’amministrazione De Luca per la realizzazione di un progetto strategico

Fin dal suo insediamento l’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Marco De Luca ha avuto come obbiettivo la ricerca di forme di finanziamento che potessero in maniera definitiva risolvere dei problemi annosi legati alla messa in sicurezza del territorio legati al convogliamento delle acque piovane ed al corretto smaltimento delle stesse.

A seguito dell’emanazione da parte del   Ministero dell’Interno delle linee guida sulle modalità di richiesta dei finanziamenti definite dalla L. 145 /2018 (Finanziaria 2019) integrata con la Finanziaria 2020 , nel mese di settembre 2020 l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Novoli Arch. Antonio  Roma  ha proposto e fatto approvare  dalla Giunta Comunale il progetto  dei lavori  del “secondo stralcio funzionale per l’adeguamento recapiti finali della fognatura pluviale e realizzazione collettori” per un importo di € 2.500.000,00 da candidare  nell’ambito del finanziamento.

Negli ultimi 10 anni nel territorio di Novoli sono stati sono stati realizzati dei progetti di fognatura pluviale riguardanti la zona artigianale e quello che ha permesso di risolvere definitivamente tanti problemi di allagamento nella zona di via Piemonte e via Madonna del pane con la costruzione del recapito finale “Vasca” alle spalle del depuratore in via Veglie.

Attualmente sono in corso lavori sulla via Trepuzzi che consistono nella realizzazione nell’eliminazione dei recapiti finali esistenti disperdenti non a norma con la realizzazione di tutte le opere necessarie per captare le acque pluviali (caditoie) da immettere nel collettore e la costruzione di una nuova opera terminale (vasca di raccolta).

Con gli interventi già realizzati nel centro abitato sono stati eliminati dei pozzi disperdenti esistenti, e sono state   realizzate delle nuove opere terminali conformi alle norme vigenti.

“L’attuazione di questo nuovo intervento – dichiara Marco De Luca – permetterà di adeguare la parte restante del territorio comunale che è servita solo in minima parte dalla fognatura pluviale i cui recapiti non risultano essere conformi alle norme legislative e regolamentari vigenti in quanto smaltiscono senza alcun trattamento delle acque o in pozzi disperdenti in falda superficiale/profonda o in voragini naturali/artificiali e spesso in aperta campagna in proprietà privata. Non tutto il centro abitato è servito da un adeguato sistema fognario pluviale e le acque che interessano queste zone scorrono lungo le strade e si depositano nelle zone più depresse provocando, anche nelle zone del centro allagamenti di scantinati e di abitazioni a P.T., allagamenti di strade, ecc..”

“Il progetto – conclude il primo cittadino – prevede la realizzazione del collettore con l’eliminazione dei recapiti finali esistenti realizzati con pozzi disperdenti ubicati sulla via Campi Salentina e Largo Stazione, la realizzazione di tutte le opere necessarie per captare le acque pluviali da immettere nei collettori e l’adeguamento dell’opera terminale esistente su via Calizzi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *