web analytics

Torre dell’Orso e Baia dei Turchi: accertata occupazione abusiva di suolo demaniale marittimo destinato alla balneazione. Scattano i sequestri. 

Nell’ambito dell’Operazione “Mare Sicuro”, il personale della Delegazione di Spiaggia di San Foca di Melendugno, sotto il coordinamento dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto, sulla scia dell’Operazione “SPIAGGIA PUBBLICA LIBERA” lanciata dalla Capitaneria di Porto di Gallipoli, che il 09 luglio ha permesso di liberare oltre 2000 mq di spiaggia lungo l’intera costa della Provincia di Lecce, ha svolto alle prime luci dell’alba di ieri, presso Torre dell’Orso (Comune di Melendugno, area SIC), un intervento mirato che ha portato al sequestro ai danni di un noleggiatore  di n. 42 ombrelloni, 57 lettini prendisole da spiaggia, 90 paletti per fissaggio per ombrelloni e n. 3 sdraio pieghevoli, per aver occupato senza alcun titolo un area demaniale marittima.

In particolare, alle prime ore del mattino gli uomini della Guardia Costiera di San Foca di Melendugno, hanno verificato che nei pressi della spiaggia libera situata a nord della parte finale della nota località turistica di Torre dell’Orso, un noleggiatore di attrezzature balneari aveva abusivamente occupato circa 2400 mq di demanio marittimo a mezzo apposizione di paletti porta ombrelloni e lettini. Vieppiù, nell’ambito del medesimo controllo i militari intervenuti hanno accertato che i paletti porta ombrelloni erano stati installati anche su di un’area dunale pari a circa 350 mq. Il noleggiatore è stato quindi deferito alla Competente Autorità Giudiziaria per occupazione abusiva di demanio marittimo e per aver deturpato il locale sistema dunale.

Nell’ambito della medesima attività di inserisce l’operazione svolta dai militari dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto nei pressi della spiaggia in concessione situata in località Baia dei Turchi del Comune di Otranto. Nello specifico nei giorni scorsi è stata verificata, a carico di un locale concessionario, l’occupazione abusiva di circa 600 mq di spiaggia libera attraverso l’apposizione di ombrelloni e lettini che difatti sottraevano al pubblico uso la fascia di demanio marittimo presso cui insistevano. Il concessionario è stato quindi deferito alla competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce per occupazione abusiva di suolo demaniale marittimo. E’ stato pertanto operato il sequestro di 73 lettini da spiaggia e 34 ombrelloni.

Complessivamente, nell’ambito delle attività sopra indicate, sono stati restituiti alla pubblica fruizione circa 3350 mq di spiaggia libera illecitamente occupata.

Nell’assicurare che i controlli continueranno incessantemente durante tutta la stagione estiva, si sensibilizzano – con l’occasione – tutti gli operatori del settore turistico-balneare e i fruitori del mare al rispetto delle norme sulla gestione delle aree demaniali marittime previste dal Codice della Navigazione e di quelle collegate di cui alle Ordinanze balneari della Regione Puglia e dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto, con particolare attenzione alla sicurezza della balneazione e alla salvaguardia della vita umana in mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *