web analytics

Taviano: l’amministrazione comunale riapre i termini per la Tari sociale

rbt

L’ Amministrazione Comunale, con Delibera di Giunta n. 61 dell’11 febbraio, ha riaperto i termini di presentazione delle domande inerenti l’erogazione di contributi economici straordinari per la Tari Sociale.

Inoltre viene stabilito come unico requisito per i nuclei familiari il modello ISEE attestante un reddito non superiore ad €.15.000,00, per poter beneficiare della totale esenzione dell’imposta Tari relativamente all’ anno 2020.

Per le aziende invece, il requisito essenziale per poter usufruire della riduzione del 25% della Tari, resta quello di essere state interessate da una sospensione o da una riduzione della propria attività in seguito al DPCM del 22 marzo 2020.

Le domande hanno come termine ultimo di presentazione la data del 5 marzo 2021, e saranno evase fino ad esaurimento delle risorse messe in campo, pari ad €. 60.000.

A coloro che avessero già ottemperato al pagamento di questo tributo, se in possesso di tutti i requisiti, inoltre, verrebbero restituite le somme versate.

“È stato, il 2020, un anno difficile e forse unico nella storia anche economica del nostro Paese” dichiara la Consigliera delegata la bilancio e tributi, Antonella Previtero “che ha registrato un arresto repentino di tutte le attività produttive in seguito a misure draconiane di contenimento del contagio, e che si è altresì riverberato sulle famiglie che hanno visto ridursi le possibilità di lavoro nel migliore dei casi, quando non siano state interessate addirittura da gravi emergenze occupazionali. Vi è pertanto un impegno morale, da parte dell’Amministrazione, di venire incontro alle reali necessità dei nostri concittadini, soprattutto dei più fragili e dei più deboli, di esprimere un concetto di economia solidale e di dare un volto umano a quella gestione delle risorse che fa capo ai capitoli di bilancio e dei tributi”.

Anche il Sindaco, Giuseppe Tanisi, aggiunge che “Una gestione che qualifica un’amministrazione sotto il profilo della correttezza, della trasparenza e della capacità di risoluzione di problemi reali. Un’ amministrazione morale, la nostra. Perché senza una morale la competenza non basta. Indirizziamo pertanto la nostra azione amministrativa alla cura dei più deboli, al farci carico dei bisogni di tante famiglie come di tante attività aziendali, sperando in una rapida ripresa alla quale cerchiamo di non fare mancare il nostro sostegno e il nostro contributo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *