web analytics

Rodriguez furia “giallorossa”, con lo spagnolo il Lecce torna a vincere: a Cremona è 2 – 1

LECCE – Il Lecce passa a Cremona e riprende la sua marcia in classifica. Dopo il doppio turno interno non sfruttato a dovere , dove i giallorossi avevano conquistato appena un punto in due gare, Lucioni e soci si prendono  invece l’intera posta in palio allo “Zini” contro i grigio rossi di Pecchia. Successo che permette ai Salentini  di ripartire verso le zone più nobili della classifica. Mattatore del match il talento, scuola Real Madrid, Pablo Rodriguez che con un gol fatto e un autogol procurato regala i tre punti alla compagine guidata da Corini.

Assenti Mancosu e Tachtsidis, Corini presenta diverse novità  di formazione nel  suo 4-3-1-2 : Gabriel in porta, a destra Maggio e a sinistra il giovane Antonino Gallo, al centro Lucioni (capitano) con Meccariello a completare il pacchetto arretrato. A centrocampo in cabina di regia Hjulmand, con Majer e Bjorkrengren nel ruolo di mezzali. Henderson dietro il Tandem Coda-Rodriguez (all’esordio dal primo minuto). La Cremonese di Pecchia risponde con il 4-2-3-1 con Valzania, Baez e Gaetano dietro l’unica punta Ciofani.

Trascorrono appena sette minuti di gioco che la Cremonese è già in vantaggio: Ciofani serve alla perfezione Gaetano che in area di rigore batte Gabriel con un piazzato nell’angolo basso, morbida nella circostanza la difesa giallorossa nelle marcature. Al 26’ il Lecce prova rendersi pericoloso dalle parti di Carnesecchi con Maggio, dalla destra, che scodella al centro dove subentra Bjorkengren che di testa non inquadra il bersaglio grosso. Al 29’ il Lecce pareggia: battuta da calcio di punizione che libera Rodriguez in area che crossa al centro ma il suo tiro è deviato da Castagnetti in ripiegamento e si infila dietro le spalle di Carnesecchi  e fa 1-1. Al 39’ iniziativa personale di Baez che si mette in proprio, corre per tutta la fascia sinistra, sterza ed entra in area di rigore ospite ma il suo tiro a giro, sul secondo palo, è fuori misura. Al 42’ ancora Baez che scodella al centro area per la testa di Coccolo che gira verso Gabriel ma il suo colpo si perde di poco sul fondo.

Ad inizio ripresa il Lecce passa in vantaggio: contropiede giallorosso, palla che arriva a Bjorkengren che dal limite dell’area di rigore tira con decisione ma sulla conclusione Carnesecchi riesce a deviare, palla che arriva a Rodriguez che non si fa pregare per spedire la palla nel sacco  con mezzo esterno che gonfia la rete per il sorpasso giallorosso. La Cremonese non ci sta: al  59’ cross di Castagnetti per Ravanelli che sale bene di testa ma il suo colpo è lungo e si perde alto sulla traversa della porta di Gabriel. Al 63’ Gallo illumina per Henderson che arriva al limite dell’area di rigore e tira ma la Cremonese si salva con il ritorno puntuale di Valeri che devia la conclusione del centrocampista giallorosso. Al 72’ lancio lungo per Pettinari (subentrato a Rodriguez) che da buona posizione prova un pallonetto per sorprendere Carnesecchi che si perde di un soffio a lato. Al 85’ Nikolov ci prova, Carnesecchi blocca senza problemi. Al minuto 86 occasionissima per la Cremonese con Celar che scappa via e tira al volo, Gabriel respinge in tuffo e salva il risultato. Al 90’ Yalcin, subentrato a Coda, serve Pettinari che dal limite dell’area piccola spara sull’esterno rete. Al 92’ Cremonese in dieci uomini per via di un doppio giallo rimediato da Ravanelli per un’intervento scomposto su Maselli. Al 94’ ultimo brivido del match per i giallorossi: calcio d’angolo in favore della Cremonese, sul cross arriva Pinato che gira verso la porta di Gabriel ma alto sulla traversa.

Finisce 2 a 1: Il Lecce questa volta non si fa riprendere nel finale e torna a sorridere. Il Lecce giovane convince e conferma un posto nei playoff del campionato cadetto ed in più si gode il suo attaccante, classe 2001, Pablo Rodriguez, con i suoi  4 gol in poco più di 200 minuti giocati.

Nel prossimo tuno il Lecce ospiterà il Cosenza allo stadio “Via del Mare” domenica 21 Febbraio alle ore 21.

 

CREMONESE-LECCE 1-2

CREMONESE (4-2-3-1): Carnesecchi – Zortea, Ravanelli, Coccolo, Valeri (76′ Buonaiuto) – Gustafson (77′ Pinato), Castagnetti – Valzania (55′ Celar), Gaetano, Baez (64′ Colombo) – Ciofani (55′ Strizzolo). A disp. Alfonso, Volpe, Fiordaliso, Ceravolo, Bartolomei, Nardi. All. Fabio Pecchia.

LECCE (4-3-1-2): Gabriel – Maggio, Lucioni, Meccariello, Gallo – Majer (77′ Nikolov), Hjulmand, Björkengren (89′ Maselli) – Henderson (77′ Pisacane) – Coda (88′ Yalcin), Rodriguez (78′ Pettinari). A disp. Bleve, Vigorito, Stepinski, Monterisi, Zuta. All. Eugenio Corini.
.
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata (Carbone-Peretti; Ros).

MARCATORI: 7′ Gaetano (C), 30′ aut. Castagnetti (L), 54′ Rodriguez (L)

NOTEAmmoniti: Hjulmand, Lucioni, Nikolov (L). Espulsi: al 90+2′ Ravanelli (C) per doppia ammonizione. Recupero: 0′ pt, 4′ st. Gara giocata a porte chiuse per l’emergenza sanitaria covid 19

Christian Guarino

 

immagine dal web

Start typing and press Enter to search