web analytics

Ritorna la festa della municeddha: dal 10 al 13 Agosto a Cannole

Un’incredibile esperienza gastronomica che ruota intorno alla municeddha e conduce per i sentieri della tradizione per raccontare la storia di Cannole e del suo territorio, della cucina tipica e dei prodotti identitari, della bellezza dei luoghi e dell’unicità della propria essenza.

Per onorare la municeddha e dare enfasi al legame della Festa della Municeddha con il territorio e con le sue tradizioni, grazie alla collaborazione con la ditta De Cagna Luminarie è nata la luminaria della municeddha. Le luminarie saranno anche in vendita sul sito e suicanali social di Festa della Municeddha e ognuno potrà prenotare la propria luminaria per vivere e ricordare l’atmosfera della Festa anche in casa propria.

Siamo orgogliosi di essere riusciti, dopo due anni di assenza, ad essere qui per raccontarvi il ritorno della Festa della Municeddhaha esordito il presidente della Pro Loco Cerceto, Oronzo PiccinnoAbbiamo fatto l’impossibile, tra mille difficoltà, anche economiche, ma siamo qui per una nuova edizione che vuole essere un abbraccio a tutti coloro che in questi anni hanno continuato a chiedere a gran voce il ritorno della Festa della Municeddha. Vogliamo che sia una grande festa, e una festa che si rispetta ha sempre tante luci. Noi, abbiamo voluto le luci ma abbiamo anche voluto rappresentare il nostro legame con il territorio, con le tradizioni autentiche, realizzando una luminaria in onore della municeddha.

Grazie alla collaborazione con De Cagna Luminarie è nata la luminaria che vi presentiamo oggi in anteprima e che troneggia su tutti i manifesti e i poster presenti in ogni comune della provincia di Lecce. Sarà possibile prenotare questa luminaria contattandoci tramite i nostri social.

Festa della Municeddha 2022, tutto pronto per il grande ritorno

Da giorni e giorni i volontari della Pro Loco Cerceto, uomini e donne, giovani e anziani, sono impegnati nell’organizzazione di un’edizione speciale, perché speciale è il ritorno della Festa della Municeddha nell’estate salentina.

Il vicepresidente della Provincia di Lecce, Antonio Leo, ha sottolineato: Festa della Municeddha è una festa che siamo orgogliosi di patrocinare, testimonianza della capacità di un territorio, punto di forza dell’estate salentina e punto di riferimento per la Puglia. Dopo due anni di stop torniamo a gustare il sapore ed il fascino della municeddha; riteniamo fondamentali e importanti le sagre, che sono la sintesi di tradizione e bellezza, e che ci fanno riscoprire non solo l’enogastronomia ma anche la bellezza dei borghi dell’entroterra salentina.

Festa della Municeddha è un evento folkloristico che si fa custode della cultura popolare più autentica: cibo, musica, tradizioni e culturasono stati gli elementi che hanno fatto grande la Festa che entra a far parte da questa edizione dei Grandi Eventi sostenuti dalla Regione Puglia e da Puglia Promozione.

Le ricadute sul turismo culturale della Provincia di Lecce della Festa della Municeddha sono, di fatto, state documentate nel triennio 2017-2019 da una ricerca sul campo condotta da Giuseppe Attanasi, Professore Ordinario di Economia Politica presso la Sapienza – Università di Roma, una ricerca che l’Associazione Pro Loco Cerceto finanzia con risorse proprie.

“Tale ricerca è finalizzata a far emergere non solo il capitale sociale territoriale che la Festa alimenta ma anche e soprattutto l’attrazione turistica e l’impatto mediatico dell’evento fuori dai confini salentini, tramite l’individuazione della percentuale dei turisti che, come testimoniano le 1500 interviste svolte nelle ultime tre edizioni, scelgono di trascorrere le proprie vacanze in Salento proprio in funzione della partecipazione alla Festa della Municeddha. A mio avviso è importante sottolineare come la presenza di eventi tradizionali quali la Festa della Municeddha rappresenti per il Salento un vantaggio comparato rispetto ad altre mete del Sud Italia — ugualmente attrattive dal punto di vista paesaggistico ed artistico — ma percepite dal turista come meno caratteristiche dal punto di vista della cultura e delle tradizioni da “assaporare” durante la vacanza.

Una grande festa per tutti

Avvicinare i giovani e giovanissimi, con questo spirito Festa della Municeddha entra anche nelle scuole grazie al progetto condiviso con il Comune di Cannole e con altre associazioni del territorio. Lo ha sottolineato il presidente Piccinno che ha spiegato: “Un altro importante progetto che avvieremo insieme al Comune di Cannole e ad altre associazioni è quello che ci vedrà presenti con dei laboratori nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie di Cannole. Vogliamo avvicinare i bambini alla conoscenza della storia locale per sensibilizzarli e renderli partecipi attraverso il gioco di una tradizione che va custodita e passata alle generazioni future.

Il progetto prevede la realizzazione di laboratori che attraverso il gioco possano far crescere nei più piccoli l’amore per i propri luoghi e per la storia locale.

“Siamo orgogliosi di sostenere questi progetti che creano valore sul territorio – ha aggiunto il sindaco di Cannole, Leandro RubichiLa ricchezza di una comunità è rappresentata anche dalle associazioni presenti sul territorio e Cannole è fortunata perché abbiamo un’associazione attiva come la Pro Loco Cerceto che da 38 anni promuove il nostro territorio in Puglia e non solo, varcando anche i confini nazionali. L’Amministrazione Comunale non può che ringraziare la Pro Loco Cerceto per l’instancabile lavoro che fanno per tutti noi.”

Nata con l’idea di custodire e celebrare le tradizioni, Festa della Municeddha si rinnova continuamente. La Pro Loco Cerceto di Cannole, organizzatrice dell’evento, punta molto sulla forza dell’evento stesso che si traduce in fresca energia e che coinvolge tutte le generazioni: una festa senza tempo e senza età che trascina, come un vortice, migliaia di persone in piazza con l’unico obiettivo di condividere la convivialità, di gustare i piatti tipici con la spensierata allegria delle feste di piazza più autentiche.

Gianfranco Ruggeri, ideatore del portale web Foodismo, che promuove food e turismo di qualità, che da anni collabora con Festa della Municeddha: “I valori della Festa della Municeddha si integrano perfettamente con i valori del Salento. Per questo motivo, Foodismo, che promuove ciò che di buono viene fatto in Salento, collabora alla promozione di Festa della Municeddha perché incarna l’autenticità, la convivialità e il piacere di stare assieme (attorno ad una tavola o vicino al palco per ballare) tipiche del Salento.

Torna dopo il grande successo delle due ultime edizioni, l’Area Cocktail-bar che rivoluziona il concetto di sagra e lo riporta ad essere patrimonio dei giovani e dei giovanissimi.

Al Muni-Bar, curato dai ragazzi e dalle ragazze dalla Pro Loco Young, ogni sera e fino all’alba, dopo l’esibizione dei gruppi musicali sul palco centrale, la Festa continua con travolgenti Dj – Set, strepitosi cocktail e ottimi cornetti caldi.

A parlare del cocktail – bar e dello spazio dj-set è Gabriele Russo, presente in rappresentanza dei ragazzi della Pro Loco Young: “Rappresento i ragazzi e le ragazze della Pro Loco Young. Siamo a tutti gli effetti ‘figli della Festa della Municeddha’ perché siamo nati con la festa e molti di noi hanno molti meno anni della Festa stessa.La Pro Loco Young ha la responsabilità e l’obiettivo di far avvicinare i giovani alla Festa: da un lato i giovani del nostro paese, perché la Festa della Municeddha richiede uno sforzo organizzativo non indifferente, dall’altro, vogliamo far sentire ai ragazzi che la nostra sagra è un contenitore che accontenta tutti, che si rinnova continuamente e che risponde alle tendenze e alle esigenze musicali più differenti.

Il Consiglio Direttivo della Pro Loco ci coinvolge sempre nelle riunioni e di questo devo ringraziare il presidente Piccinno che ci convoca puntualmente per ascoltare il nostro punto di vista.

Proprio da questo confronto, ad esempio, è nata l’Area del Dj Set e Cocktail-bar e dal 10 al 13, ogni sera dopo i due gruppi musicali che si alternano sul palco centrale, saranno presenti quattro seguitissimi dj con le loro selezioni musicali.

In questa edizione la Festa della Municeddha ospiterà il 10 NikolCaloro, l’11 Alberto Minella con Frakatame e il loro format ’50 Special’, il 12 Street Angel e il 13 Roberto Lezzi. Fino alle 3 del mattino balleremo gustando ottimi cocktail, pestati e cornetti caldi.

Festa della Municeddha 2022

Enogastronomia

Respirare a pieni polmoni l’aria dell’estate, gustare i sapori semplicidel buono fatto bene e nutrirsi di passioni: basta partecipare ad una sola serata per restare rapiti dalla magia di questa Festa.

Piatti genuini preparati secondo antiche ricette, come si farebbe a casa propria, scegliendo e selezionando i prodotti migliori e cucinando con amore: sono questi gli ingredienti che rendono speciale questa esperienza gastronomica.

Nel menù della Festa, regina è naturalmente la municeddha che può essere gustata in tre preparazioni differenti: al sugo, alla cannolese e arrostita.

Ricca la proposta di altri piatti tipici della tradizione salentina: dai peperoni ‘a salsa’, alle melanzane con aglio, peperoncino e menta, dalla peperonata alle pittule, dalle polpette fritte alle focacce rustiche, dalla carne alla griglia ai ‘pezzetti di carne di cavallo al sugo’, dal pane di grano con alici e ricotta forte all’antipasto contadino, fino a concludere con dolci di pasta di mandorla e spumone, il ‘gelato della festa’ nel Salento.

I piatti possono essere ritirati direttamente dagli stand per poi essere gustati come street food passeggiando per l’Area Festa o accomodati alle panche e tavoli, oppure, molto più comodamente, si può decidere di cenare nell’apposita Area Ristorante, serviti da un esercito di ragazzi e ragazzini volontari.

Accessibilità

L’ evento è assolutamente accessibile e presenta tutte le attenzioni, i servizi, le soluzioni adatte a consentire a qualsiasi persona, senza discriminazioni di sorta, di conoscere, accedere e interagire dinamicamente con le iniziative proposte. Contattando i numeri a disposizione sul sito e sui canali social, sarà possibile prenotare un tavolo. Personale incaricato indicherà l’area parcheggio e accompagnerà gli ospiti al posto riservato.

Musica

Per la 36esima Festa della Municeddha, un programma musicale di tutto rispetto, ricco di proposte per tutti i gusti.

Dai momenti dedicati alla musica popolare, alle band più coinvolgenti, ai dj più rinomati.

Un’offerta musicale che in questa edizione si innova portando nella piazza della sagra anche la discomusic degli anni d’oro con Malè 1999 in Tour.

A sorpresa, nella serata dell’11 agosto, gli Sciacuddhuzzi ospiteranno Mino De Santis, il cantautore-poeta salentino dallo sguardoirriverente.

10 agosto

Palco centrale

Ore 21.30 – I Calanti

Ore 23.30 Barbablù

Area Muni-bar

Ore 01.30 Dj-set con Dj Nikol Caloro

11 agosto

Palco centrale

Ore 21.30 – Sciacuddhuzzi con Mino De Santis

Ore 23.30 – Malè 1999 in Tour

Area Muni-bar

Ore 01.30 – Dj-set “50 special” – Dj Alberto Minnella con Frankatame

12 agosto

Palco centrale

Ore 21.30 – Alla Bua

Ore 23.30 – Mama Ska

Area Muni-bar

Ore 01.30 – Dj-set con  Street Angel Dj

13 agosto

Palco centrale

Ore 21.30 – Gruppo Folk 2000

Ore 23.30 – Nessuna Pretesa

Area Muni-bar

Ore 01.30 – Dj-set con Roberto Lezzi

 

Ogni sera, dalle ore 20.00, tra stand gastronomici e area ristorante, Stella Street Band, la band itinerante allegra e spiritosa.

 

 

La storia della Festa della Municeddha

Festa della Municeddha è un evento organizzato dalla Pro Loco Cerceto e nato nel 1985 fa con l’intento di far rivivere le antiche tradizioni locali, in particolare la raccolta e il consumo della lumaca. Festa della Municeddha è, di fatto, una sagra autentica in quanto veicola con forza il legame che la comunità ha con questo prodotto ma è anche una grande festa che coincide con il cuore dell’estate in Salento: dal 10 al 13 agosto Cannole si trasforma e trasforma le quattro serate in un’esplosione di sapori, di suoni e di colori.

Festa della Municeddha è, dunque, un evento gastronomico attesissimo e la festa suggella il legame stesso che il paese ha con le lumache e con la voglia di rendere speciale questo vincolo.

Nel 1999 grazie alla Festa della Municeddha, ritenuta la sagra della lumaca più importante dell’Italia meridionale, il comune di Cannole è stato insignito del titolo “Città della lumaca”.

La Festa della Municeddha rappresenta, senza alcun dubbio, l’evento gastronomico-folkloristico più atteso dell’estate salentina; quattro serate di convivialità dedicate ai prodotti genuini, alla buona cucina, alle tradizioni autentiche, alla musica e al divertimento.

Durante i giorni della festa viene allestita, a cura dell’Amministrazione Comunale di Cannole anche una Fiera Mercato con prodotti di artigianato locale nonché di prodotti agroalimentari.

Festa della Municeddha ha rappresentato, sin dalle sue prime edizioni, un appuntamento imperdibile per i turisti che scelgono il Salento per le vacanze d’agosto. Anno dopo anno la manifestazione è cresciuta in maniera esponenziale ed è sempre molto apprezzata per l’organizzazione e per la genuinità dei prodotti. Lo confermano le presenze registrate che danno numeri sempre in crescita.

Festa della Municeddha si rivela, così, un volano per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari locali e pugliesi in generalee questo anche grazie alla partecipazione ad eventi mediatici di grande impatto e alla partecipazione della Festa in eventi nazionali e internazionali che richiamano un pubblico numeroso.

Significativo dell’appeal di Festa della Municeddha è il fatto che l’evento attrae non solo pugliesi ma che si renda attrattivo per tantissimi turisti di fuori regione e anche stranieri che giungono di proposito a Cannole in occasione della Festa della Municeddha. Ildato risulta da un’interessante ricerca condotta dal prof. Giuseppe Attanasi, docente ordinario del Corso di Economia Sperimentale alla Sapienza – Università di Roma, che ha misurato l’impatto socioeconomico di Festa della Municeddha sul turismo culturale nella Provincia di Lecce.

Dalla ricerca è emerso, inoltre, che il visitatore e il turista che giungono a Cannole per Festa della Municeddha sono alla ricerca di provare il cibo locale: il cibo consente, infatti, di avvicinarsi alla cultura del luogo; per queste ragioni, l’enogastronomia a Cannole diventa ‘cultura della destinazione’.

Il turismo enogastronomico possiede, del resto, la forma del turismo culturale e il turista partecipa all’evento Festa della Municeddhapoiché si immerge in una realtà autentica nella quale il folklore è vera espressione della cultura locale.

Festa della Municeddha around the world

Accanto a questi dati emersi con lo studio ‘sul campo’, non meno significativo appare il fatto che Festa della Municeddha sia diventata sinonimo di organizzazione e affidabilità anche fuori dai soliti contesti in cui opera.

Prestigiosa, ad esempio, la collaborazione con Porsche EngineeringNardò Technical Center, che ha individuato nella Festa della Municeddha il partner ideale per organizzare un evento dedicato agli ingegneri del Gruppo Porsche, anche arrivati di proposito dalla Germania.

Questo perché a Festa della Municeddha è stato riconosciuto lo status di ‘festa di piazza autentica’ capace di comunicare un intero territorio, il Salento e la Puglia, con i suoi piatti tipici e con le sue tradizioni.

 

Per due anni consecutivi, Festa della Municeddha è stata anche protagonista del San Martino a Milano portando non solo i prodotti tipici ma anche l’allegria di una festa estiva nel cuore dell’inverno milanese.

Di notevole interesse sono state le attività culturali avviate negli ultimi anni con partner locali e nazionali: dalla partnership con ‘Istituto Internazionale di Elicicoltura di Cherasco’ per la promozione dell’elicicoltura in Puglia, ai progetti sociali come quello sulla sicurezza stradale ‘Go Slow’ avviato con il MotoClub SalentumTerrae e i convegni organizzati fuori regione: l’ultimo, in ordine di tempo, è stato organizzato prima della pandemia, presso il Teatro Principe di Milano in collaborazione con associazioni di studenti pugliesi in Lombardia, dal tema “Eventi e territorio. Milano e la Puglia: simmetrie e asimmetrie di sviluppo”. 

Grande successo per la Festa della Municeddha che, anche fuori dai confini nazionali, ha ricevuto il riconoscimento per l’impegno, la passione e la grande capacità organizzativa.

Grazie alla collaborazione con l’Associazione Pugliese Winterthur e con la FAPS, nel 2019 e nel 2021, Festa della Municeddha ha varcato i confini italiani sbarcando oltralpe, in Svizzera, dove risiede una numerosa comunità di emigrati che mantiene vive le tradizioni pugliesi trasmettendole con passione ai concittadini svizzeri. Apprezzatissima l’organizzazione impeccabile che ha consentito la realizzazione di un evento di grande successo.

Festa della Municeddha contribuisce concretamente a coltivare le tradizioni e a diffondere la cultura del territorio ed intende diventare sempre più un contenitore culturale nel quale enogastronomia, arte e spettacolo creano un’interazione con identità, storia, autenticità e tradizione.

Festa della Municeddha 2022

L’evento è organizzato in collaborazione con Unione Europea, Repubblica Italiana, Regione Puglia, PO Puglia FESR -FSE  2014-2020 e Pugliapromozione. Asse VI  Azione 6.8. Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche.

 

 

 

Resp. Ufficio Stampa&Comunicazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.