web analytics

Parte la riforestazione del comune di Statte

Il Comune sceglie di fare un patto con i privati cittadini.

Dai prossimi giorni il Comune di Statte avrà un cuore più verde. E’ stato completato, infatti, l’iter di adozione green avviato con il progetto “Radici Felici” voluto dal sindaco Franco Andrioli e dall’assessore all’ambiente Angelo Miccoli.

Per ragioni di sicurezza eravamo stati costretti ad azioni di espianto di alcuni pini nella zona residenziale di Montetermiti e Monte Sant’Angelo – dice il sindaco – e così per evitare che quella realtà potesse perdere il suo polmone verde ma anche il suo aspetto paesaggistico più pregnante, abbiamo ritenuto opportuno pensare ad un’opera di compensazione.

La restituzione di alberi ad un territorio che ne aveva subito la perdita,  ci ha poi fatto riflettere sulla necessità di riequilibrare le quote di verde che anche il tornado del 2012 aveva inevitabilmente contribuito a depauperare – continua Andrioli – così è nato il progetto “Radici Felici”.

Una sorta di call to action, un invito all’azione da parte cittadini, che in tutto il territorio comunale di Statte avrebbero potuto richiedere, purché in possesso dei requisiti previsti (residenza anagrafica e fiscale e un piccolo giardino o appezzamento di terreno a Statte – ndr) di piantare un albero.

Ma non è solo un fattore paesaggistico ad aver influenzato le nostre scelte – dice l’assessore Angelo Miccoli – le varietà arboree scelte da un agronomo forestale esperto in materia, puntano anche ad una matrice ambientale.

Si tratta di carrubi, falso pepe, lecci, magnolie, pioppi bianchi e alberi di tiglio, 168 in tutto richiesti in totale da quasi 100 famiglie.

E’ un segnale importante – spiega Miccoli – un progetto di riforestazione che crea però un’alleanza nuova tra istituzioni e cittadini. Noi vi regaliamo gli alberi ma voi assumete verso tutta la comunità l’impegno ad occuparvene e prendervene cura.

Un gesto che inevitabilmente fa bene anche a chi dell’albero non se ne occuperà.

L’errore che spesso si compie rispetto al tema dell’inquinamento o dei cambiamenti climatici è che tutto non dipenda da noi o che le soluzioni debbano prevedere sempre misure complesse, onerose o difficilmente attuabili – continua l’assessore all’ecologia e ambiente del Comune di Statte – Bene noi abbiamo cominciato da tempo con le bonifiche, le azioni di caratterizzazione, ma anche con un piccolo sforzo che può produrre un grande risultato come piantare un albero.

I 168 alberi che nei prossimi giorni saranno consegnati gratuitamente ai cittadini che ne hanno fatto richiesta se ben manutenuti avranno il compito di sequestrare Co2 e catturare polveri e gas inquinanti.

L’azione si completerà con la messa a dimora in aree di proprietà pubblica di ulteriori 382 alberi per un totale di 550 piante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *