web analytics

Orchestra OLES, concerto di Capodanno al Teatro Apollo di Lecce

LECCE – Volge al termine l’intenso programma della stagione invernale dell’orchestra OLES che dal 17 novembre ha portato nei teatri di Lecce e del Salento, le opere e i concerti degli autori più importanti della musica classica come Mozart, Shumman, Cajkovskij, Pergolesi e Hindemith. Ad accompagnare l’orchestra OLES nel suo percorso, sono saliti sul palco grandi interpreti come Francesco Manara (primo violino del Teatro alla Scala di Milano), il pianista Benedetto Lupo, il giovane direttore Piotr Jaworsky, la soprano Donatella De Luca e il tenore Giuseppe Naviglio, il direttore Fabrizio Dorsi, il Balletto del Sud e l’attore Salvatore Della Villa.

 

Gli ultimi appuntamenti della stagione saranno il 30 dicembre alle ore 19 presso il Teatro Comunale di Francavilla Fontana e il  31 dicembre alle ore 12 presso il Teatro Apollo di Lecce, con un programma in cui spiccano le arie d’opera più famose, come “Nessun dorma” da Turandot e “E lucevan le stelle” dalla Tosca di Pucci, i duetti “Parigi, o cara” da La Traviata di Verdi e “Tace il labbro” tratto da La vedova allegra di Franz Lehàr. Ad accompagnare le bellissime arie d’opera e salutare con spirito allegro il nuovo anno, saranno le Ouverture da La gazza ladra e da Il barbiere di Siviglia di Rossini, Sotto tuoni e fulmini – Polka, op. 324 e il valzer per eccellenza Sul bel Danibio blu – Valzer, Op. 314 di Johann Strauss (figlio) e per concludere la famosa e frizzante Marcia di Radetzky di Strauss.

 

A dirigere l’orchestra OLES sarà il Maestro Felipe Aguirre, mentre a interpretare le suggestive arie d’opera saranno la soprano Luciana Distante e il tenore Roberto Cervellera.

 

Il Maestro Felipe Aguirre ha iniziato la sua collaborazione con l’Opera delle Baleari nel 2005 e l’anno successivo ha assunto la direzione musicale di un nuovo allestimento dell’opera Don Giovanni di Mozart a Bogotà. Successivamente è stato invitato dal ministero della Cultura di Cuba a dirigere l’Orquesta Sinònica de Oriente e a eseguire la prima delle sinfonie di A. Bruckner con l’Havana Symphony Orchestra. In diverse occasioni è stato responsabile dell’Opera Colombiana e dal 2015 è responsabile di gala lirici con cantanti di fama internazionali. È special guest della Turkish Presidential Orchestra e nel 2016 è stato invitato a dirigere l’Orchestra Sinfonica di Brasile; mentre nel 2019 si è esibito presso il Palazzo delle Belle Arti a Città del Messico con l’Orchestra Nazionale. Dal 2018 è Principale direttore ospite dell’orchestra di Bogotà.

 

Luciana Distante è laureata in canto lirico presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce e successivamente si perfeziona presso il CUBEC con il soprano Michela Freni. Debutta nel 2012 nel ruolo Micaela in Carmen di G. Bizet nell’ambito della 43° stagione lirica del teatro Politeama Greco di Lecce. Nel ruolo di Amelia nell’opera Un ballo in maschera di G. Verdi ha ottenuto il favore  della critica francese e spagnola presso il teatro Barakaldo Antzokia, il Teatro Jean Alary di Carcassone e il teatro dell’Opera di Massy a Parigi. Da allora si è esibita in ruoli di prestigio nei più importanti Teatri e festival: Teatro Atlapa di Panama City, festival Teramopera di Teramo, Premio Tito Schipa, Teatro Jovellanos di Gijon in Spagna, Castello di Barletta, Teatro lirico Verdi di Trieste.

 

Roberto Cervellera si diploma con il massimo dei voti presso il Conservatorio E. R. Duni di Matera e il conservatorio Nino Rota di Monopoli. Nel 2013 si perfeziona presso l’accademia del Balcanto Rodolfo Celletti di Martina Franca con Stefania Bonfadelli, Lella Cuberli, Fabio Luisi, Vittorio Terranova. Da subito inizia la sua esperienza lavorativa rivestendo ruoli da protagonista in famose opere come Traviata, Elisir d’amore, Rigoletto, Trovatore, Tosca e ha all’attivo collaborazioni con l’Orchestra Magna Grecia di Taranto, Festival della Valle D’Idria, Petruzzelli, Orchestra Tito Schipa di Lecce, Eurorchestra. Inoltre si è esibito in diverse città e teatri quali Roma, New York, Duomo di Milano, Giardino dei Getsemani di Gerusalemme, Fier, Montenegro.

 

La stagione Lirico Sinfonica 2022 è realizzata grazie al FUS del Ministero dei Beni Culturali, attraverso il bando PiiiL cultura della regione Puglia e il patrocinio del Comune di Lecce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *