web analytics

Nardò, fiaccolata in memoria del magistrato antimafia Paolo Borsellino

NARDÒ (Lecce) – Si svolgerà martedì 19 luglio a Nardò l’ormai tradizionale fiaccolata in memoria del magistrato antimafia Paolo Borsellino e dei cinque componenti della scorta, tragicamente scomparsi in un’esplosione assordante in via D’Amelio la mattina di trent’anni fa. Ispirato dalla manifestazione che si svolge da sempre a Palermo, un corteo silenzioso sfilerà partendo da piazza Salandra per raggiungere, non a caso, via Falcone e Borsellino ora sede degli uffici comunali.
Proprio qui quest’anno verrà inaugurato un nuovo murales, realizzato dall’artista “FNKEY?” dedicato a due figure che rappresentano oramai l’emblema della lotta al pensiero mafioso. L’opera nasce dall’iniziativa del neretino Giuseppe Marangi il quale si è fatto anche carico delle spese di realizzazione. Ciò testimonia il desiderio di essere partecipi e talvolta protagonisti del cambiamento avviato in città da parte dei cittadini stessi, oltre ovviamente all’attaccamento che si può avere nei confronti di alcune figure così emblematiche.

Negli anni Andare Oltre ha trattato spesso argomenti legati alla cultura della legalità ma la fiaccolata del 19 luglio è senza dubbio tra i momenti più suggestivi voluti dall’associazione nell’ambito delle celebrazioni nel ricordo dei martiri dello Stato, evento che per grado di coinvolgimento è raggiunto solo dalle iniziative del 31 marzo in ricordo dell’indimenticata assessore e nostra concittadina Renata Fonte.

I tanti concittadini, gli amici venuti da fuori e persino le tante personalità che negli anni si sono unite in questa simbolica camminata, fatta soprattutto di rievocazione e riflessioni, hanno sempre alimentato tra i partecipanti un denso senso di comunità.

Come ogni anno quindi rinnoviamo a tutti l’invito a partecipare comprese associazioni, gruppi e anche a quelli in contrapposizione col nostro credo politico perché è vivo in noi il bisogno di riscoprirsi parte di una società matura che condanna con forza di ogni cultura mafiosa.

L’appuntamento è quindi per martedì 19 alle ore 19 in piazza Salandra, per sentire che il messaggio ci hanno lasciano uomini dello spessore di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone è ancora attuale e che il loro sacrificio rimane un faro nella lotta a tutte le mafie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.