web analytics

Lecce, gara da dimenticare contro l’Entella: al “Via del Mare” finisce 0 a 0

LECCE – Il Lecce fa fatica e non si sblocca neppure contro l’ultima della classe, una modesta Virtus Entella. Ancora un  pareggio, questa volta a reti bianche, che alimenta i tanti rimpianti per l’ennesima occasione sprecata utile a  risalire la classifica.

Per la sfida con l’Entella, nel suo 4-3-1-2, Corini propone qualche novità: a centrocampo Hjulmand in cabina di regia con Henderson e Bjorkengren ai lati. Mancosu dietro il tandem Pettinari-Rodriguez. Per Vivarini  in avanti c’è l’altro Mancosu (il fratello di Marco).

Primo squillo del match al minuto 11: cross di Mancosu per Pettinari che di testa spedisce di poco alto sulla traversa. Al 14’ iniziativa di Mancosu che dal limite dell’area di rigore ospite tira con la palla che sorvola la traversa della porta di Russo. Al 16’ ancora Lecce in avanti: destro di Rodriguez che impegna Russo in tuffo. Al 20’ Henderson entra in area e scodella al centro per la testa di Mancosu, Russo si salva in angolo. Al 22’ occasionissima per i giallorossi: Rodriguez si impossessa della sfera e si invola verso la porta ospite, serve Mancosu che pesca in area Pettinari che da due passi incredibilmente spedisce fuori. L’attaccante giallorosso ci riprova due minuti più tardi ma Russo risponde presente e blocca la sfera. La prima iniziativa dell’Entella arriva al 29’ del primo tempo con un tiro di Brunori che esce di poco a lato.

Ripresa che inizia sempre con il Lecce in avanti: al 56’ azione corale del Lecce conclusa da Rodriguez, para Russo a terra. Il Lecce spinge ma non riesce a finalizzare. Al 72’ Mancosu al centro per Maggio che corregge di testa verso la porta di Russo ma l’estremo ospite blocca senza patemi. Al 74′ contropiede pericoloso dei liguri, ma il tiro di Brescianini va altissimo. Al 84’  da buona posizione Stepinski manda fuori e stessa sorte ha il tiro di Chiosa da 30 metri sull’azione successiva. All’ 88’  Russo compie un mezzo miracolo sul colpo di testa di Stepinski, che colpisce, da pochi passi, troppo centralmente.  Al terzo minuto di recuperol’ultima occasione del match è per il Lecce con  la girata di Yalcin che va a lato.

Finisce 0 a 0: ancora una prestazione da dimenticare per i giallorossi, nel complesso,  poco concreti e che, tra l’altro,  hanno tirato verso porta avversaria  con scarsa cattiveria e decisione. La squadra salentina così  fallisce un’altra occasione d’oro per avvicnare le prime posizioni della classifica. Anche in questa occasione, gestione della gara da rivedere. Domenica prossima c’è la Reggiana, calcio d’inizio alle ore 21.

LECCE-VIRTUS ENTELLA 0-0

LECCE (4-3-1-2): Gabriel – Maggio (80′ Paganini), Lucioni, Meccariello, Gallo – Henderson (75′ Majer), Hjulmand, Bjorkengren (80′ Coda) – Mancosu Mar. – Rodriguez (75′ Stepinski), Pettinari (63′ Yalcin). A disp.: Bleve, Borbei, Monterisi, Nikolov, Zuta, Maselli, Tachtsidis. Allenatore: Eugenio Corini.

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Russo – De Col, Pellizzer, Chiosa (64′ Poli), Costa – Koutsoupias, Paolucci (69′ Nizzetto), Brescianini (60′ Settembrini) – Schenetti (90′ Dragomir) – Mancosu Mat. (65′ Capello), Brunori. A disp.: Borra, Bonini, De Luca, Coppolaro, Toscano, Morosini, Pavic. Allenatore: Vincenzo Vivarini.

ARBITRO: Francesco Meraviglia di Pistoia (Capaldo-Sechi; Illuzzi).

NOTE –  Ammoniti: Yalcin, Stepinski, Majer (L), Paolucci, De Col, Pellizzer, Nizzetto (VE). Espulsi: nessuno. Recupero: 0′ pt, 5’+2′ st. Prima dell’inizio, il presidente Saverio Sticchi Damiani ha consegnato una maglia celebrativa a Marco Mancosu per i suoi 50 gol in giallorosso. Gara giocata a porte chiuse per l’emergenza sanitaria per l’emergenza Covid19.

Christian Guarino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.