web analytics

Lecce, a Pescara è un pari dal sapore amaro: Apre Maggio, risponde Busellato nel finale

LECCE – Il Lecce si fa riprendere nei minuti finali da un Pescara più volitivo e perde l’occasione di portare via dall’ Adriatico tre punti che sembravano già materializzarsi. Punto rimediato, quello di Pescara,  dal sapore davvero amaro: i giallorossi, passati in vantaggio con Maggio,  sembravano, fino ad un certo punto del match, in grado di portare in fondo il risultato, poi negli ultimi 20 minuti di gara decidono di abbassarsi troppo e favoriscono il pareggio biancoazzurro. Un posto nei playoff resta sufficientemente saldo, ma la delusione per la mancata  chiusura della gara e l’opportunità di avvicinare il secondo posto in classifica è cocente.

Il Pescara di Grassadonia, per il match contro il Lecce, si schiera con il 3-5-2: Capone ed Odgaard punte offensive. L’ex Drudi in difesa.

Per Corini invece squadra che vince non si cambia, confermati perciò gli undici che avevano superato il Cosenza: Gabriel tra i pali, Maggio e Gallo sugli esterni di difesa con  Lucioni e Meccariello centrali; a centrocampo Hjulmand in cabina di regia con Bjorkengren e Majer;  Henderson dietro le punte Coda e Rodriguez. Mancosu e Tachtsidis partono dalla panchina.

Il Lecce parte bene e controlla le operazioni di gioco fin dalle prime battutte. Il primo squillo  arriva al minuto 19 quando Hjulmand al limite dell’area di rigore tira ma la conclusione, da buona posizione, è sporcata dal ritorno della difesa pescarese e si spegne  tra le braccia di Fiorillo. La risposta del Pescara arriva due minuti più tardi con Masciangelo che di destro calcia di poco a lato. Al 28’ calcio di punizione in favore del Lecce, dalla distanza parte Henderson ma Fiorillo blocca senza patemi d’animo. Al 32’ Lecce pericoloso con Henderson che in area non riesce a trovare lo spazio per una buona giocata, subisce il ritorno di Drudi, e la sfera si perde sul fondo. Al 38’ il Lecce va in vantaggio: Coda crossa verso il centro, Meccariello fa sponda per Maggio che indisturbato calcia di destro e gonfia la rete. 0-1 Lecce!

Ad inizio ripresa il Pescara prova a farsi vivo in attacco: Maistro prova il tiro subito ma la retroguardia giallorossa fa buona guardia e sventa la minaccia. Un minuto più tardi ancora uno sprint di Maistro, cross al centro per Odgaard con la punta biancoazzurra in ritardo di poco. Al 59’ Pescara pericoloso con un’azione insistita, ci pensa  Maggio a salvare in angolo su Dessena. Al 64’ contropiede giallorosso condotto da Hjulmand, il centrocampista giallorosso serve Coda che da buona posizione tira, ma Fiorillo blocca sicuro. Triplo cambio per Corini un minuto più tardi: dentro Mancosu, Pettinari e Maselli, fuori Majer, Coda ed Henderson. Al 67’ Pescara in attacco con Dessena, Gabriel risponde presente sulla conclusione. Un minuto più tardi prodigioso Gabriel su un piazzato di Odgaard, vola gù l’estremo giallorosso e devia in angolo salvando il risultato. Al 75’ ancora Maistro che si mette in proprio e dal limite dell’area di rigore tira, ma la sua conclusione si perde di poco sul fondo. All’ 85’ calcio d’angolo in favore del Lecce, palla a Tachtisidis (appena subentrato a Bjorkrengren) che prova  ma la sventola del nazionale greco è arginata dalla difesa dei padroni di casa che si salvano in uscita. Il Pescara nel finale alza i giri del motore alla ricerca del pareggio: al 90’ calcio di punizione di Vokic, per Machin che tira, pallone che complice  una  deviazione arriva a Busellato  che solo, da due passi, (in probabile posizione di offside)  buca Gabriel per l’ 1 a 1.

Finisce in parità allo stadio “Adriatico” di Pescara. Giallorossi beffati ancora nel finale, sotto accusa  i cambi effettuati nella ripresa dal tecnico  che  questa volta non si sono rivelati efficaci come nelle precedenti uscite. Perso, per i giallorossi, nella seconda metà della ripresa un punto di riferimento offensivo.  Il Lecce così si abbassa troppo presto: Corini e i suoi  subiscono,  nuovamente, una rimonta negli ultimi scampoli di gara.  Pareggio amarissimo.

Nel prossimo turno, martedi 2 Marzo, allo stadio “Via del Mare” arriverà l’Entella di Vivarini. Calcio d’inizio ore 19.00.

PESCARA-LECCE 1-1

PESCARA (3-5-1-1): Fiorillo – Guth, Drudi, Scognamiglio – Bellanova, Dessena (74′ Vokic), Busellato, Memushaj (46′ Maistro), Masciangelo – Capone (56′ Giannetti) – Odgaard (74′ Machin). A disp. Radaelli, Alastra, Valdifiori, Galano, Balzano, Fernandes, Omeonga, Nzita. All. Gianluca Grassadonia.

LECCE (4-3-1-2): Gabriel – Maggio, Lucioni, Meccariello, Gallo – Majer (65′ Mancosu), Hjulmand, Bjorkengren (84′ Paganini) – Henderson (75′ Maselli) – Rodriguez (84′ Tachtsidis), Coda (65′ Pettinari). A disp. Bleve, Borbei, Yalcin, Stepinski, Zuta, Felici. All. Eugenio Corini.

ARBITRO: Robilotta di Sala Consilina

MARCATORI:38′ Maggio (L), 90+1′ Busellato (P)

NOTEAmmoniti: Masciangelo (P), Mancosu (L). Espulsi: nessuno. Recupero: 0′ pt, 4′ st. Gara giocata a porte chiuse per l’emergenza sanitaria Covid19.

Christian Guarino

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *