web analytics

Incontro online: “il pianeta che speriamo… Ambiente, lavoro, giovani…..”

Verso la 49ª settimana sociale dei cattolici italiani di Taranto e la vi edizione di “Carta di Leuca”.

La Diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca comunica che Mercoledì 19 Maggio, dalle ore 19.00 alle 20.30, in Diretta Streaming su le Fan Page Facebook della Caritas Diocesana di Ugento – Santa Maria di Leuca e del Progetto Policoro Ugento – Santa Maria di Leuca e su www.radiodelcapo.it, si svolgerà l’incontro online dal tema: “il pianeta che speriamo… Ambiente, lavoro, giovani…”

L’iniziativa, è il primo dei tre incontri, in preparazione della 49ª Settimana sociale dei cattolici italiani a Taranto in svolgimento dal 21 al 24 ottobre prossimi e della VI Edizione di “Carta di Leuca”, in svolgimento dall’8 al 14 Agosto 2021.

L’incontro, moderato dal Giornalista Maurizio Antonazzo, nell’ambito delle problematiche del mondo del lavoro, tra giovani e ambiente per una cultura della legalità verso l’evento di Taranto:

  • “Economy of Francesco”, gli interventi: di Emanuele G. Rizzello, Referente “Economy of Francesco” per la Diocesi di Ugento – S. Maria di Leuca e Vicedirettore del PCE De Finibus Terrae; di Eustachio Santochirico, Referente “Economy of Francesco” per la Diocesi di Matera e di Rosangela Maino – Coop. Oltre l’arte – Matera.
  • Percorsi di accoglienza e resilienza” interverranno: Enzo Chiarello, Presidente IPAD Mediterranean Cooperativa Sociale e Diego Margarito, Amministratore delegato PisMar Food.
  • “Il Creato da curare”, interverrà Elena BICHI, Responsabile Ambiente della Pastorale sociale e del lavoro, Giustizia e Pace – Cura del Creato.
  • “Per una cultura della legalità – Fondazione De Grisantis” relazionerà Don Antonio Morciano, Presidente della Fondazione – Soggetto attuatore del Progetto “Supporto alle Vittime di Racket e Usura”.

Le conclusioni saranno a cura di Sua Ecc.za Mons. Vito ANGIULI, Vescovo di Ugento – Santa Maria di Leuca – Presidente della Commissione Episcopale per il Laicato della CEI.

L’iniziativa è promossa dall’Ufficio Pastorale Sociale e del lavoro, dalla Caritas, dal Servizio di Pastorale Giovanile, dal Centro Servizi per il Lavoro Progetto Policoro, dalla Consulta Aggregazioni Laicali e Associazione Amici Università Cattolica insieme alla Fondazione di Partecipazione PCE “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae” e alla Fondazione Mons. De Grisantis onlus.

La 49ª Settimana Sociale, si terrà a Taranto dal 21 al 24 ottobre 2021 sul tema: “Il pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro e futuro. #tuttoèconnesso”, un evento con periodicità triennale della Chiesa Cattolica italiana, iniziato nel 1907 ad opera dell’economista Giuseppe Toniolo, che ha lo scopo di approfondire, attraverso relazioni e discussioni in forma laboratoriale, tematiche sociali di rilievo per la vita odierna. In media la partecipazione è circa 1300 delegati, provenienti da tutte le Diocesi d’Italia. Per questo tale importante appuntamento è motivo di onore per la Puglia, in particolare per la città di Taranto, segnata purtroppo da gravi questioni ambientali e lavorative, che la porrà sotto i riflettori di tutt’Italia.

La 49ª Settimana Sociale prende l’avvio da un’affermazione più volte ribadita da Papa Francesco: “Tutto è connesso. Se l’essere umano si dichiara autonomo dalla realtà e si costituisce dominatore assoluto, la stessa base della sua esistenza si sgretola, perché «invece di svolgere il suo ruolo di collaboratore di Dio nell’opera della creazione, l’uomo si sostituisce a Dio e così finisce col provocare la ribellione della natura»” (LS 117, cfr. anche n. 128). Parole che aiutano a discernere i segni dei tempi. Come allo scoppio della questione sociale ha avuto un peso determinante, non solo per il mondo cattolico, l’enciclica Rerum Novarum di Papa Leone XIII, così oggi l’enciclica “Laudato si’” e “Fratelli tutti” del Pontefice assumono un significato profetico e ne evidenziano tutta l’urgenza in termini di consapevolezza e di azioni coerenti. Mediante la prospettiva della “ecologia integrale”, indica una direzione valida dal punto di vista culturale, scientifico ed operativo per il futuro del nostro pianeta.

“Carta di Leuca” che per il 2021 avrà come tema: “Mediterraneo e pandemia: curare gli sguardi per un nuovo respiro di pace”, è un laboratorio permanente, interculturale e interreligioso, dei giovani che vivono nelle diverse sponde del Mediterraneo e che si impegnano vicendevolmente nella costruzione di un futuro migliore, avendo a cuore la custodia del Creato, la centralità della persona e la costruzione di percorsi di convivialità, nel rispetto delle differenze. Dal 2016, nel cuore dell’estate, “Carta di Leuca” diventa un meeting internazionale che, attraverso esperienze di volontariato e cammini lungo le antiche vie, si propone come grande occasione per sollecitare un maggiore impegno di tutti verso la Pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *