web analytics

il Nardò è un Toro “scatenato”: vince 2 a 0 sul Gravina e si gode la vista playoff

NARDO’ (Lecce) – Quattro successi nelle ultime cinque uscite non possono essere un caso. Quello di mister Danucci è un Nardò vivo e che punta senza indugio ad un piazzamento playoff. Steso anche un modesto Gravina che tra le mura del “Giovanni Paolo II”, di fatto,  non impensierisce mai i granata. Il Nardò, di contro,  colpisce due volte e decolla in classifica.

Dopo le prime fasi di studio del match il primo vero squillo è di marca granata: calcio di punizione dai 25 metri di Scialpi che si spegne di poco alto. Al minuto 17 contatto sospetto in area ospite con Mengoli che viene atterrato in maniera dubbia, ma per l’arbitro Santarossa di Perdenone si può proseguire. Gravina vivo al 24’ con un tiro di Ficara che si spegne alto sulla traversa. Al minuto 27 Nardò ancora pericoloso: punizione di Scialpi per il colpo di testa di Stranieri che da pochi passi non inquadra lo specchio della porta. Al 34’ spiovente di Scialpi per la testa di De Giorgi con la sfera che esce di poco alta sulla traversa. E’ un monologo granata: al 39’ lancio di Cancelli che pesca in area Caputo che tira forte ma non inquadra il bersaglio grosso. Al tramonto del primo tempo il Nardò passa: Mengoli taglia il campo e trova Caputo solo in area ospite, l’attaccante neretino gira di destro e capitalizza l’assist insaccando alle spalle di Martellone. 1-0 Nardò. Prima di rientrare negli spogliatoi c’è tempo ancora per le proteste granata per un fallo di mano in area di rigore di Dentamaro su conclusione di Scialpi, non sanzionato dall’arbitro.

Ad inizio ripresa Gravina più intraprendente e pericoloso sulla battuta di un corner dalle parti di Milli. Poi al 15’ il Toro la chiude: Gallo scodella al centro per Tornros che libero davanti a Martellone lo fulmina con un piatto preciso. Al 31’ ancora nardò vicino al tris con un colpo di testa di Stranieri che si perde di poco alto sulla traversa. I granata amministrano il doppio vantaggio e conquistano il bottino pieno portando in fondo la gara.

Mercoledi si torna in campo al “Giovanni Paolo II” e sarà derby contro  il Taranto

 

NARDO’ – GRAVINA 2-0

NARDÒ (4-2-3-1): Milli; De Giorgi, Stranieri, Sepe, Cancelli; Scialpi (33′ st Romeo), Mengoli (20′ st Zappacosta); Valzano, Caputo (28′ st Potenza), Gallo (38′ st Politi); Törnros (40′ st Granado). A disp. Mirarco, Palazzo, Lezzi, Lamacchia. All. Danucci.

GRAVINA (3-5-2): Martellone – Dentamaro, De Gol (43′ st Panebianco), Gilli – Correnti (26′ st Messori), Madi (12′ st Jonaj), Vicedomini, De Feo, Chiaradia – Ficara, D’Addabbo. A disp. Pagkratis, Bisconti, Perez, Moretti, Dimartino, Vicino. All. De Leonardis.

ARBITRO: Santarossa di Pordenone.

MARCATORI: 43′ pt Caputo, 12′ st Törnros

NOTE: gara giocata a porte chiuse per emergenza Covid. Ammoniti: Cancelli (N), Madi, De Gol (G). Espulsi: nessuno. Recupero: 1′ pt, 4′ st.

Oronzo Cristian Guarino

Start typing and press Enter to search