web analytics

Il Lecce vince con il Pordenone e si prende la Serie A

LECCE –  Il Lecce vince la sfida contro il Pordenone e torna in Serie A. Davanti ad una cornice di pubblico di circa 30mila spettatori, Lucioni e soci superano con una rete di Majer, abile a correggere in porta un traversone di Di Mariano, gli ospiti verdenero e si regalano, al triplice fischio, la promozione nella massima serie. I giallorossi chiudono perciò il campionato al primo posto e alzano al cielo la coppa con un “Via del Mare” traboccante di gioia.

Per la sfida al Pordenone, Baroni conferma il consueto 4-3-3 inserendo dal primo minuto Majer con Hjulmand e Gargiulo a centrocampo. In attacco Coda, Strefezza e Di Mariano. Per il Pordenone di Tedino ampio turnover: Butic, Cambiaghi e Candellone per il tridente offensivo.

Al 4’ primo tentativo per il Lecce: Coda addomestica la sfera sui 30 metri e tira: Fasalino blocca in tuffo. Al minuto 8 Strefezza prova il tiro a giro, Fasalino si salva con l’aiuto del palo. Al 10’ Strefezza per Di Mariano che di testa non inquadra lo specchio della porta. Al 20’ Strefezza suggerisce per Majer, tiro dello sloveno su cui Fasalino si oppone. Un minuto più tardi ci prova Strefezza con una bordata che si perde di poco sulla traversa. Al 25’ tiro di Coda alto sulla traversa. Al 29’ Gallo suggerisce per Majer che a porta vuota alza sopra la traversa. Al 33’ Pordenone vivo dalle parti di Gabriel: tiro di Cambiaghi su cui si oppone l’estremo difensore giallorosso.   Al tramonto del primo tempo ci prova Strefezza, palla fuori di poco.

Al primo minuto della ripresa il Lecce la sblocca: Di Mariano scodella al centro per la testa di Majer che questa volta non sbaglia e fa esplodere il “Via del Mare”: Lecce 1 Pordenone 0. Al 50’ tentativo velleitario di Coda, blocca Fasalino senza patemi d’animo. Al 53’ Gallo per Lucioni, palla a Coda che non inquadra il bersaglio grosso. Un minuto più tardi Di Mariano da due passi non riesce a bucare Fasalino. Al 67’ palla a Coda che con un pallonetto supera Fasalino ma la sfera sfila a lato di poco. La gara scivola via poi senza particolari sussulti fino al 90esimo con i giallorossi in sostanziale controllo del match.

Vince il Lecce 1 a 0: via alla festa giallorossa. Il Lecce è in Serie A.

LECCE-PORDENONE 1-0

RETI: 46′ Majer

LECCE (4-3-3): Gabriel – Gendrey (66′ Calabresi), Lucioni, Tuia, Gallo – Majer (66′ Helgason), Hjulmand, Gargiulo (82′ Bjorkengren) – Strefezza (90′ Ragusa), Coda, Di Mariano (90′ Rodriguez). A disp. Bleve, Plizzari, Blin, Barreca, Dermaku, Asencio. All. Marco Baroni.

PORDENONE (4-3-3): Fasolino – Valietti (72′ Onisa), Basoli, Sabbione, Dalle Mura (46′ Perri) – Zammarini, Torrasi (78′ Gavazzi), Lovisa – Candellone (57′ Mensah), Butic (57′ Secli), Cambiaghi. A disp. Bindi, Perisan, Deli, Pellegrini, Biondi, Andreoni. All. Bruno Tedino.

ARBITRO: Piccinini di Forlì.

NOTE: ammoniti Majer, Strefezza, Calabresi (L). Rec. 2, 3. Il Lecce è promosso in Serie A.

Christian Guarino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.