web analytics

Il Lecce cade anche a Monza e saluta la possibilità della promozione diretta in Serie A. Decide Barberis per i Brianzoli

MONZA (dall’inviato) – Il Lecce spreca l’ultimo match ball per provare la promozione diretta in Serie A perdendo in casa del Monza per 1 a 0. I giallorossi decidono di non giocare per un tempo, subendo il vantaggio dei biancorossi e provando a rimontare i Brianzoli nella ripresa,ma senza la necessaria concretezza e cattiveria agonistica. Ora la classifica dice quarto posto, disintegrando così in soli 180 minuti quanto di buono i Salentini erano riusciti sin qui a fare.

Per la sfida al Monza Corini propone qualche novità nel suo 4-3-1-2 dentro Dermaku al centro della difesa, Tachtsidis in cabina di regia poi Hjulmand e Bjorkengren ai lati. Henderson a supporto di Coda e Stepinski. Il Monza risponde con il 3-5-2 Boateng-Carvalho tandem offensivo per Brocchi.

Monza vivo al 7’ con uno spiovente di Colpani su cui la difesa giallorossa libera con qualche patema d’animo. Un minuto più tardi risponde il Lecce con Henderson ma la sua conclusione è morbida e De Gregorio blocca sicuro. Al 19’ Monza pericoloso dalla destra con un cross di Sampirisi che Frattesi non finalizza a dovere. Neppure un giro di lancette che Carvalho ciabatta da buona posizione. Il Lecce risponde con Coda, si salva la difesa brianzola. Al 30’ tentativo dalla distanza per Coda, ma senza fortuna. Al 32’ , sugli sviluppi di un calcio di punizione, la sfera arriva a Maggio che da due passi colpisce di testa ma non inquadra il bersaglio grosso. Al 40’ il Monza passa in vantaggio con un calcio di punizione calciato magistralmente da Barberis che buca Gabriel.
Nella ripresa Corini prova a cambiare qualcosa: subito dentro Mancosu per Henderson. Al 52’ Boateng solo in area di rigore tira alto sulla traversa. Un minuto più tardi Carlos Augusto da buona posizione spara a lato. Al 63’ errore incredibile di Nikolov che a tu per tu con Di Gregorio non trova la porta. Al 65’ Mancosu ha la palla per il pareggio ma Di Gregorio si supera e para in tuffo. Al 76’ Mancosu dalla bandierina, stacca Hjulmand e palla sul palo esterno. Il Lecce prova un forcing nel finale ma senza successo e pure con scarsa lucidità.
Finisce 1-0 per il Monza: finale amarissimo per i giallorossi che buttano alle ortiche l’ultima chance di promozione diretta in Serie A. Nel prossimo turno al “Via del Mare” arriverà la Reggina, reduce dal pareggio interno con l’Ascoli.

MONZA-LECCE 1-0

MONZA (3-5-2): Di Gregorio – Bellusci, Paletta, Pirola – Sampirisi (85′ D’Alessandro), Frattesi, Barberis (76′ Scozzarella), Colpani (66′ Armellino), Carlos Augusto – Boateng (64′ Balotelli), Mota Carvalho (76′ Diaw). A disp.: Sommariva, Gytkjaer, D’Errico, Bettella, Scaglia, Barillà, Ricci. All.: Christian Brocchi.

LECCE (4-3-1-2): Gabriel – Maggio, Lucioni, Dermaku (57′ Meccariello), Gallo – Hjulmand, Tachtsidis (46′ Mancosu), Björkengren (83′ Yalcin) – Henderson (57′ Nikolov) – Stepinski (73′ Rodriguez), Coda. A disp.: Bleve, Vigorito, Pisacane, Paganini, Listkowski, Zuta. All.: Eugenio Corini.

ARBITRO: Maurizio Mariani di Aprilia (Alassio-Bindoni; Piccinini).

MARCATORI: 41′ Barberis

NOTE: Pomeriggio soleggiato, temperatura 20 gradi, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Balotelli, Hjulmand. Gara giocata a porte chiuse per l’emergenza sanitaria.

Christian Guarino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *