web analytics

Il Babbo Natale giallorosso fa visita ai reparti pediatrici del Vito Fazzi

LECCE – Il coronavirus non ha fermato il Babbo Natale Giallorosso. Per la gioia dei piccoli pazienti che trascorrono le loro giornate a combattere con problemi di salute, coltivando la speranza di potersi lasciare presto alle spalle i disagi e la sofferenza.

Si è svolta, infatti, questa mattina la visita del Babbo Natale Giallorosso nei reparti pediatrici del Vito Fazzi, riuscendo a realizzare, nonostante le restrizioni del periodo, una delle tappe cruciali della maratona benefica giunta alla sua quarta edizione.

Nato da un’idea del Movimento Sveglia, il progetto del Babbo Natale Giallorosso ha creato anche quest’anno una cordata natalizia di solidarietà a favore della Bimbulanza della onlus Cuore e Mani Aperte. La raccolta fondi infatti è il risultato dell’importante sinergia con The Lesionati, Zonno Cacudi Show e l’Unione Sportiva Lecce e ha l’obiettivo di sostenere i viaggi della Bimbulanza, un servizio attivo dal 2012, grazie al quale tantissimi bambini usufruiscono di trasporti urgenti verso centri di cura specializzati in modo gratuito e totalmente a carico della onlus.

“Gli scorsi anni abbiamo distribuito centinaia di cappellini, riuscendo a incontrare persone allo stadio e nelle piazze – racconta l’assessore Marco De Matteis, ideatore del progetto nel 2017 – La risposta dei leccesi è sempre stata positiva. Quest’anno non ci sono gadget ma è possibile donare online. Siamo fiduciosi della risposta di tutti i salentini”.

La maratona è già partita con la pubblicazione social del video firmato da Giampaolo Catalano e Pasquale Zonno, che quest’anno vede protagonista anche un personaggio ormai noto in città: il Signor Donato Smiraglia.

Per partecipare alla donazione basta seguire le indicazioni presenti sul sito cuoreemaniaperte.it e inserire nella causale Babbo Natale Giallorosso.

Al babbo più amato dai salentini non poteva mancare il sostegno della sua squadra del cuore: da domani online le clip di alcuni giocatori della US Lecce, i quali questa mattina non hanno potuto far visita nei reparti per motivi di sicurezza ma, anche se distanti, stanno manifestando il loro interesse. Basta seguire i canali social del progetto per non perdere i loro messaggi.

“Nonostante tutte le restrizioni e le difficoltà che il periodo ci impone siamo davvero felici di aver mantenuto la promessa di una quarta edizione del progetto – spiega Raffaele Pinto, segretario politico di Sveglia. – La prima missione del nostro Movimento è essere presenza attiva per la nostra comunità, sensibile ai suoi bisogni. Babbo Natale Giallorosso è una risposta immediata a quelli più urgenti di solidarietà soprattutto per i bambini, in un periodo speciale come il Natale”.

Grazie ai volontari di Sveglia che hanno ideato e realizzato questa quarta edizione e grazie alle imprese salentine che negli anni continuano a credere e sostenere l’iniziativa: Vizzino Costruzioni e Restauro, Kiron, Ghs Salento, Emng e Sorec.
“Siamo sinceramente commossi ogni volta da tutto ciò che questa iniziativa riesce a mettere in moto: una forte energia positiva, fatta di complicità, musica e allegria – dichiara Franco Russo, vicepresidente della Onlus Cuore e Mani Aperte – Già martedì destineremo una prima parte delle donazioni pervenute per un trasporto non previsto, ma urgente. Non dimenticate: ogni donazione è un chilometro di speranza.”

 

Start typing and press Enter to search