web analytics

Corotac e Rm cardiaca, Pagliaro: “Soddisfatto dopo sopralluogo al dea del Vito Fazzi di Lecce”

Era un nodo al fazzoletto che non vedevo l’oa di sciogliere per il bene di tutti i pazienti salentini. Questa mattina ho effettuato un sopralluogo al DEA dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Accompagnato dall’assessore alla sanità Pierluigi Lopalco, dal direttore generale dell’Asl Lecce Rodolfo Rollo, dal primario di Radiologia Luigi Quarta, ho potuto compiere un’ispezione per appurare la corretta installazione e il regolare funzionamento di due apparecchiature diagnostiche importantissime: la Corotac e la Risonanza Magnetica cardiaca”.  Lo dichiara in una nota il consigliere regionale Paolo Pagliaro, capogruppo La Puglia Domani, Presidente Movimento Regione Salento.

“A marzo scorso – continua – avevo chiesto in Regione un’audizione per capire, dall’assessore Lopalco, dal capo dipartimento Promozione della salute Montanaro e dallo stesso dg dell’Asl Lecce Rollo, se queste apparecchiature fossero in dotazione all’ospedale Vito Fazzi e il motivo per cui non venissero utilizzate. In quella sede il direttore Rollo ci aveva rassicurato che erano stati acquisiti modelli di ultima generazione allocati nel DEA, e che era in corso la formazione dei tecnici e medici radiologi addetti all’utilizzo”.

“Ebbene, oggi, con sollievo e soddisfazione, – prosegue il presidente del Mrs – ho potuto constatare, anche in presenza del tecnico Francesco Quarta, che alle parole sono seguiti i fatti. Delle due strumentazioni cliniche, la Corotac è in funzione e proprio alle 15 di oggi partirà con il suo primo esame, e che la RM cardiaca è in fase finale di allestimento e dovrebbe essere messa in funzione tra pochi giorni”.

“È una buona notizia, – aggiunge – perché possiamo rassicurare i pazienti salentini: ora potranno finalmente effettuare l’esame Corotac, che è molto importante per le patologie cardiologiche, e aspettiamo che venga messa in funzione anche la RM Cardiaca e poi penso che anche il DEA potrà ritenersi un’eccellenza per quanto riguarda le patologie cardiologiche. Devo dire che ho trovato un ottimo spirito di collaborazione sia da parte del direttore generale, sia dell’assessore, che hanno risposto subito alle nostre richieste pervenute in Commissione ed è stato rispettato anche il cronoprogramma che ci avevano prospettato”.

“Oggi inauguriamo questa nuova fase, – conclude Pagliaro – che è l’inizio di un percorso anche nel settore della sanità. C’è bisogno di buona sanità e noi continueremo ad essere un pungolo costante in modo che i cittadini salentini possano avere quello che in tanti anni non hanno ottenuto, costretti a lunghi viaggi anche solo per un accertamento di questo tipo. Sono tanti i tasselli da rimettere a posto, abbiamo tanta strada da fare ma anche buone gambe, con l’obiettivo di dare riscontro costante ai cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.