web analytics

Coppa Italia, Roma-Lecce 3 a 1. Salentini avanti con Calabresi, poi i giallorossi capitolini rimontano

(dall’inviato)

ROMA – Passa la Roma nel turno di Coppa (con fatica),  ma i giallorossi Salentini escono dall’Olimpico a testa alta dopo una prova coraggiosa e di spessore. Baroni imbriglia per un tempo Mourinho, poi complice la caratura tecnica diversa tra le due compagini e una gestione dei cartellini a senzo unico (severa nei confronti dei Salentini) dell’arbitro Volpi, la gara prende un determinato indirizzo, in particolar modo quando il Lecce è costretto all’inferiorità numerica.
Per la sfida alla Roma, Baroni opta per un ampio turnover: Calabresi fa coppia con Dermaku al centro della difesa. A centrocampo Blin in cabina di regia con Helgason e Gargiulo ai lati. In attacco Olivieri con Listkowski e Di Mariano a supporto. Mourinho cambia pochissimo: 4-2-3-1 con Carles Perez, Felix Afena e Veretout dietro ad Abraham punta centrale.
Al 9’ prima occasione del match per la Roma: Barreca cincischia, Perez gli soffia la sfera e innesca Veretout che da buona posizione spara alto. Al 13’ il Lecce risponde Gendrey per Listkowski che serve Gargiulo, Kumbulla salva in corner. Dall’angolo il Lecce sorprendentemente passa in vantaggio: cross per Calabresi che di testa buca Rui Patricio,1-0 Lecce. Al 18’ la Roma va vicina al pari con Veretout che tira forte, Bleve si oppone come può. Nella circostanza l’estremo giallorosso rimedia un infortunio ed è costretto ad uscire: al suo posto Gabriel. Al 26’ Roma vicina al gol con Maitland Niles,
sul pallonetto è provvidenziale Gabriel che con la mano devia in corner. Al minuto 31 ancora la Roma in avanti con Carles Perez, pallone in curva dai sedici metri. Al 39’ la Roma pareggia: Kumbulla sottomisura corregge in porta e fa 1 a 1. Al 45’ ci prova Listkowski, tiro teso con la sfera che sfila a lato di poco.
Ad inizio ripresa Mourinho inserisce Zaniolo,  Mkhitaryan e Vina per Perez, Veretout e Maitland Niles. Baroni risponde con l’inserimento di Coda per Di Mariano e Lucioni per Dermaku. Roma che preme subito sull’acceleratore, Zaniolo ruba palla a Lucioni e tira ma Gabriel vola e con l’aiuto del palo sventa la minaccia. Ad inizio ripresa la Roma passa in vantaggio con una splendida rete  di Abraham che controlla si gira e fa secco Gabriel con un tiro ad incrociare. Al 61’ Lecce in dieci per un’ingenuità di Gargiulo che in tre minuti si fa ammonire due volte guadagna anzitempo gli spogliatoi. Al 34’ Zaniolo da fuori, palla di poco a lato. Al 36’ arriva il tris della Roma con Shomurodov (subentrato da poco a Felix).

Finisce 3 a 1 per la Roma. Il Lecce conclude qui il buon cammino in coppa Italia. Ora testa al campionato quando già domenica arriverà al “Via del Mare” la Cremonese di Pecchia per un match importante in chiave promozione.

ROMA – LECCE 3-1 

RETI: 14′ Calabresi, 40′ Kumbulla, 54′ Abraham, 81′ Shomurodov

ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio; Karsdorp, Ibanez, Kumbulla, Maitland-Niles (46′ Vina); Cristante, Veretout (46′ Zaniolo); Carles Perez (46′ Mkhitaryan), Sergio Oliveira, Afena-Gyan (64′ Shomurodov); Abraham. A disposizione: Boer, Fuzato, Bove, Zalewski, Volpato, Voelkerling, Oliveiras, Keramitsis. Allenatore:Mourinho

LECCE (4-3-3): Bleve (21′ Gabriel); Gendrey, Calabresi, Dermaku (46′ Lucioni), Barreca; Gargiulo, Blin, Helgason (68′ Björkengren); Di Mariano (46′ Coda), Olivieri, Listkowski (64′ Faragò). A disposizione: Samooja, Vera, Gallo, Strefezza, Hasic, Majer, Hjulmand. Allenatore: Baroni

Arbitro: Manuel  Volpi di Arezzo

Ammoniti: Listkowski, Afena-Gyan, Helgason, Di Mariano, Gargiulo, Ibanez, Abraham. Espulso: Gargiulo (L). Recupero 1pt 2’; 2pt 4’.

Christian Guarino 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.