web analytics

Buoni spesa a sostegno delle famiglie. Minerva: “Un aiuto concreto alla città”

Attiva la procedura per richiedere i buoni spesa: da oggi 15 dicembre e fino alle ore 14.00 di venerdì 18 dicembre 2020, è possibile inoltrare la richiesta di concessione dei buoni spesa.

La misura è rivolta alle persone e/o alle famiglie in condizioni di disagio economico e sociale, causato dalla emergenza sanitaria, derivante dalla diffusione del Covid 19.

La richiesta deve essere effettuata mediante la compilazione di apposito modulo, scaricabile dal sito ufficiale del Comune, da parte dei cittadini residenti nel territorio di Gallipoli, che dichiarino di non avere le disponibilità economiche per soddisfare le primarie esigenze della famiglia, e che non siano già beneficiari di misure di sostegno al reddito (RdC, Rei, Rem, RED, Naspi ecc) per un importo, nell’anno 2020, superiore ad € 12.000,00.

I cittadini interessati inoltre possono reperire il modulo per l’istanza presso le sedi comunali di via Pavia e di via Antonietta De Pace e la mattina di mercoledì 16 presso l’area mercatale.

La domanda può essere presentata da uno solo dei componenti del nucleo familiare, debitamente compilata e sottoscritta, alla quale deve essere allegato un documento di identità in corso di validità.

La suddetta può essere consegnata direttamente a mano all’Ufficio protocollo del Comune o a mezzo pec al seguente indirizzo: protocollo.comunegallipoli@pec.rupar.puglia.it indicando nell’oggetto “Buoni Spesa”.

Il valore di ciascun buono spesa è pari ad € 100,00; l’importo sarà caricato direttamente sulla tessera sanitaria del soggetto beneficiario e sarà spendibile solo ed esclusivamente negli esercizi commerciali indicati nell’elenco che sarà pubblicato sul sito del comune di Gallipoli.

A seguito dell’istruttoria di ciascuna domanda, in caso di positivo riscontro, il soggetto beneficiario riceverà un sms contenente l’esito, l’importo accreditato, il codice PIN da digitare per l’utilizzo della tessera sanitaria su cui verrà caricato il relativo “buono spesa”.

“Abbiamo scelto di dare un aiuto concreto alla città aiutando sia le persone in difficoltà che le attività commerciali che ora hanno bisogno di un supporto. È una piccola somma ma può rappresentare un beneficio per molti.” commenta il Sindaco Stefano Minerva

Il Comune inoltre sottoporrà a controllo a campione il 10% delle domande pervenute, al fine di verificare la veridicità di quanto auto dichiarato dal soggetto in fase di presentazione della domanda.

Link Modulo: t.ly/HJdx

Start typing and press Enter to search