web analytics

ASL Taranto, precisazioni su assenza di medici Pronto Soccorso Manduria

In relazione alle notizie diffuse in data odierna da alcune testate giornalistiche, relativamente alla presunta assenza di medici, per oltre un’ora, presso il Pronto Soccorso di Manduria nel pomeriggio di ieri, 21 settembre, si precisa quanto segue.

Ieri, 21 settembre, alle ore 11.25 è giunto in codice rosso presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Manduria, con ambulanza del 118, il sig. D.V. di anni 88, paziente iperteso in terapia con anticoagulante, per trauma cranico, riferito episodio lipotimico, avvenuto a domicilio, ed ematoma all’occhio destro.

Il paziente si presentava in stato soporoso ed afasico, ed è stato subito sottoposto ad indagini ematochimiche, elettrocardiogramma e Tac del cranio che è stata refertata alle 13.15. Alle ore 15.55 è stata effettuata la consulenza anestesiologica, con indicazione al ricovero in ambiente specialistico e trasferimento con accompagnamento da parte del medico di Pronto Soccorso. Il dott. Caragli, medico in servizio in turno 14.00-20.00, prende contatti con la Neurochirurgia del “SS. Annunziata” di Taranto e organizza la partenza con ambulanza dell’Ospedale, informando telefonicamente il suo Direttore, dott. Francesco Turco, intorno alle ore 17.00 e il Direttore Medico del Presidio, dott.ssa Irene Pandiani. Quest’ultima autorizza la partenza del medico del Pronto Soccorso, dopo aver disposto che, contestualmente, il medico della Chirurgia, dott. Petracca, garantisse la presenza in Pronto Soccorso, come previsto dalle indicazioni e regolamenti regionali. Si precisa che in reparto, l’assistenza veniva garantita dall’altro medico in servizio, dott.ssa Villani. Il dott. Petracca, si recava immediatamente al Pronto Soccorso, dove tra l’altro in quel momento era presente un altro medico del Pronto Soccorso, il dott. Dimonopoli, che si era dimostrato disponibile ad assicurare la presenza medica durante l’assenza del dott. Caragli.

Intorno alle ore 18.00 è arrivato al Pronto Soccorso il dott. Francesco Turco.

Pertanto, presso il Pronto Soccorso non si è venuta a creare nessuna interruzione della presenza medica e nessun disagio per l’utenza, in quanto l’attività è proseguita con continuità, essendo presenti due medici (dott. Petracca e dott. Dimonopoli) nella fascia oraria dalle 17.00 alle 18.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.